.
Annunci online

sognoelfico

 
 
 
 
           
       


background from graphics by elektra/


+++this live ain't worth living+++


Se mi avessero
chiesto prima
cosa fosse un
blog, avrei proba-
bilmente risposto
qualche stram-
beria occidentale.
E invece ora
capisco che è
qualcosa di
importante,
qualcosa che
vale la pena
di vivere...









A quel tempo vi era
un giovane
chiamato Connla
dalla fiera chioma
figlio di Conn
delle cento battaglie
Un giorno che
stava al fianco
di suo padre sulla
sommità' di Usna,
vide una giovane
in strano abbiglia-
mento venire vers-
o di lui.
Connla le chiese
da dove venisse,
e lei rispose che
veniva dalle
Piane del sempre
vivo dove non
c'era nè morte
nè peccato e
che il suo popolo
era chiamato
la Gente
della collina.

Il re e gli altri
che erano con lui
si meravigliarono
molto sentire
quella voce,
ma non vedevano
nessuno. Perche'
nessuno salvo Connla
poteva vedere
la fanciulla fat-
ata. Il re allora do-
mandò
al figlio con chi
stesse parlando,
alla domanda
rispose la fanciulla e
disse che Connla stava
parlando con una
fanciulla buona e
che innamorata di
lui voleva portarlo
con se nelle sue terre
dove regna Boadag
e dove la giovinezza non
svanirà fino all'
ultimo giorno
del giudizio. Il re
sentendo queste
parole chiamò il suo
druido di nome Coran
e gli comandò di far
sparire quella
fanciulla con qual-
che sortilegio.
La fanciulla alle
parole magiche
del druido svanì
lasciando a Connla
una mela. Per tutto
il tempo che passò
Connla non mangiò
altro che la mela
incantata della
fanciulla, che ad
ogni morso si rigene-
rava; passò così un
mese Connla si tro-
vava nuova-mente
al fianco di suo
padre per andare
verso la Piana di
Arcomin, quando
vide di nuovo la fan-
ciulla che gli parlò
dicendo che questa
volta il druido non
avrebbe potuto sal-
vare il giovane con
un sortilegio per-
che' si trova-
vano nelle
terre protette.
Il re si accorse
che il figlio non
diceva parola
alcuna ma che
fissava il vuoto
da dove la melo-
diosa voce della
fanciulla proveniva....
non potendo fare
nulla vide suo
figlio allontanarsi
su una barca
d'argento accanto
ad una donna dai capelli
lunghissimi
che doveva essere
la fanciulla che
lo ha stregato e rapito.
Di loro non si
seppe più nulla
ma si pensa che
siano nel mondo dove
nè morte nè
peccato possano
distruggere la
felicità dei suoi
abitanti,
che giovani
senza invecchiare
giungeranno
fino all'ultimo
giorno del giudizio.









Stai ascoltando: JOIN ME - HIM



O, se preferisci, "Hobbits"...
una musica di LOTR






 
31 gennaio 2013


Quando si smette di amare, in genere non si ha la pazienza di aspettare che finisca bene. Si cerca la strada più breve: la rottura, la sofferenza. Invece ci vuole lo stesso impegno e la stessa intensità dell’inizio, bisogna superare gli egoismi, vivere questo momento con la stessa passione, far sentire alla persona lasciata tutto il bene che c’è stato: ci vuole amore per chiudere una storia.

- Massimo Troisi


22 gennaio 2013


Queer as Folk. Quanti di voi lo conoscono? me ne aveva parlato una ragazza nel 2005,, quando ancora non era uscita l'ultima serie.Avevo 14 anni e avevo scaricato una puntata, ma quando avevo iniziato a guardarlo ero rimasta turbata da una scena di sesso e avevo chiuso. In effetti non so nemmeno se quella puntata fosse della versione USA o UK.
Vaaaaabbè, flashback a parte (è impossibile che io faccia un discorso senza inserire il 2005 XD è stato un anno decisivo per me :)) ho iniziato a vedere questa bellissima serie (la versione USA) poco tempo fa e l'ho letterlamente DIVORATA. Ho visto un sacco di episodi nella stessa giornata, era una droga! Non mi era mai successo con un telefilm. Leggendo i commenti sulla rete ho visto che ha scatenato la stessa reazione in milioni di fans, di certo è una delle poche serie televisive che dopo 8 anni dalla sua fine fa ancora parlare di sè! Perchè? SPOILER! Di certo per il finale aperto e non proprio felice (almeno per me, sono rimasta in stato catatonico dopo aver visto l'ultima puntata, non riuscivo a smettere di piangere e di pensare a terribili torture cinesi da infliggere agli autori della serie!) che ha alimentato miliardi di fanfiction (sono un'amante delle fanfiction ma non credo che ne leggerò) e petizioni su petizioni per chiedere un' altra stagione o un film o almeno uno spin-off.FINE SPOILER
A parte questo, il successo è certamente dovuto al coraggio della serie televisiva: dopo la versione britannica, è stata la pioniera dei telefilm con protagonisti tutti omosessuali, con scene di sesso esplicito fra persone dello stesso sesso, con temi forti quali la droga, l'adozione di bambini da parte di omosessuali, le violenze subite dai gay da parte degli etero. I protagonisti sono Emmett, Ted, Michael, Brian e Justin, tutti omosessuali della "gloriosa Pittsburgh",  come la definisce Brian in una puntata. Ognuno di questi personaggi ha la sua psicologia e le sue avventure. Il personaggio più intricato e interessante è certamente Brian Kinney, pubblicitario di successo, apparentemente egoista, narcisista, eterno Peter Pan terrorizzato dalla vecchiaia (ha solo 29 anni!) e altrettanto spaventato dall'amore, che fugge come la peste. I suoi rapporti interpersonali si limitano al sesso e a poche amicizie, la più importante delle quali è quella con Michael, da sempre segretamente (neanche tanto segretamente in realtà XD) innamorato di lui. Brian è dunque lo stronzo di turno, che nasconde dietro una solida facciata i suoi sentimenti e dal passato infelice a causa di una famiglia che non lo ama. Detto così non sembra il massimo dell'originalità, ma ciò che rende Brian unico è la magistrale interpretazione di Gale Harold, un uomo affascinante, bellissimo, dal grande talento che è riuscito ad accattivarsi la simpatia e l'amore non solo del pubblico omosessuale ma anche (e soprattutto!) del pubblico eterosessuale. Perché delle ragazze eterosessuali come me trovano avvincenti, appassionanti, meravigliose le avventure sessuali di uno stuolo di ragazzi gay quando per natura non ne dovrebbero essere attratte perché sanno che loro non potrebbero interessarsi a loro? Non lo so, so solo che è così!D'altronde è risaputo che gli uomini gradiscono vedere due donne in atteggiamenti intimi. E' una parte della sessualità che per me rimane misteriosa.
La vità di Brian cambia drasticamente in seguito all'incontro con Justin, giovane di 17 anni alla sua prima esperienza e che non ha ancora fatto coming out con la famiglia e gli amici e dal grande talento nel disegno. Justin è il personaggio che si evolve maggiormente nel corso delle 5 serie, da ragazzino diventa un uomo maturo sebbene sia stato sempre mentalmente più grande della su età anagrafica.
Michael è il migliore amico di Brian da quando avevano 14 anni, con lui Brian è sempre più affettuoso e meno scortese che con gli altri, si presuppone che entrambi siano stati innamorati l'uno dell'altro sebbene non sia mai avvenuto nulla fra i due.
Ted è il più anziano del gruppo, commercialista triste, lo "sfigato" del gruppo sia sessualmente che lavorativamente parlando, almeno all'inizio della serie.
Emmett è un simpaticissimo ragazzo che lavora come vetrinista, fa morire dal ridere con le sue espressioni e atteggiamenti coloriti.
Oltre i personaggi principali, ci sono altri che fanno da contorno, prima fra tutti Debbie, l'adorabile mamma di Michael, fiera del suo figlio gay che ha cresciuto senza un compagno e difende strenuamente le cause dei gay.
Altri personaggi di spicco sono Lindsay e Melanie, due donne lesbiche fidanzate da diversi anni che decidono di avere un figlio usando Brian come padre biologico, sebbene lo vogliano sempre al di fuori della loro vita se non quando si tratti di soldi (sono un po' dura con loro, ma le odio per svariati motivi, soprattutto per il finale -.-). Direi che Queer as folk sia stato un po' l'antenato di The L world sebbene di quest'ultimo abbia visto solo un paio di puntate.
Questa è un' infarinatura generale, il resto è da vedere!Su youtube trovate la serie completa in italiano divisa in spezzoni (digitate queer as folk stagione 1 episodio 1) la serie in inglese in streaming non si trova facilmente. L'adattemento italiano non è proprio il massimo, alcuni dialoghi sono stravolti (primo fra tutti : Debbie soprannomina Justin Sunshine (raggio di sole) in italiano è stato tradotto con TOPINO O.O O.O O.O) . Il doppiatore di Gale Harold è davvero notevole, dà molta enfasi al personaggio e nonostante Gale abbia una bellissima voce, forse la preferisco addirittra all'originale! Il doppiatore di Justin ha una voce più da ragazzetto rispetto all'attore (Randy Harrison) e questa cosa può disturbare o meno, i doppiatori di Debbie ed Emmett sono meravigliosi. Se conoscete molto bene l'inglese (anche per quanto riguarda espressioni colorite e parolacce XD) guardatela nella versione originale americana, altrimenti direi che anche l'italiana è un'ottima alternativa, non per niente il doppiaggio italiano è uno dei migliori al mondo!
Non lasciatevi scappare questa serie, sebbene a volta suoni poco realistica o un tantino cruenta, è unica nel suo genere e ha fatto la storia. ;)


6 gennaio 2013


1,2,3 prova! qui è la vostra sempre affezionata sogno elfico, che vi fa deprimere (ma spero anche sorridere ^.^) dal lontano 25 febbraio 2005 :)) Innanzitutto, buon anno a tutti! :DD
ieri sera il mio ragazzo sosteneva che non avrei più dovuto scrivere in un blog che avevo aperto alle medie perché sono sicuramente cambiata da allora e significherebbe non essere cresciuta. penso che si sbagli profondamente. Credo di essere cresciuta in molti aspetti, ma quello che so è che le cose che amavo a 14 anni sono le stesse che amo ancora adesso, a quasi 22 anni. L'amore per la musica, per il cinema, per il teatro, per la scrittura, per la lettura non è mai morto. Questo per me significa che non erano frivolezze adolescenziali. Queste sono le mie passioni eterne.
Questo 2013 è iniziato con una decisione importante da parte mia, qualcosa che rimando da sempre ma che ora FORSE finalmente farò. Vi terrò aggiornati ;)
Allora, di cosa parliamo stasera? Parliamo di un attore che mi sta coinvolgendo in questi giorni :)
Jonathan Rhys Meyers. I ruoli per i quali è più conosciuto sono "sognando beckham" (mi ricordo quando lo affittai alle medie per farlo vedere a una mia amica che sognava di fare la calciatrice :) "match point" "august rush-la musica nel cuore" "mission impossible III" e per la serie tv "the tudors" . Se lo apprezzate e vi piace anche David Bowie non fatevi scappare "Velvet Goldmine"! "cavalcando col diavolo" non è il mio genere di film, ma lì è dannatamente bello e incredibilmente bravo, spietato e crudele! Un altro film in cui compare da giovanissimo è "the governess-la governante" storia a mio parere bella in cui lui è sensuale, bellissimo e magistrale sebbene sia solo un ragazzino. Lo vediamo nei suoi film in tutte le età. Come dichiara in quest'intervista (in cui tra l'altro è adorabile, vedetela tutta, fa anche morire dal ridere :D) i suoi 3 fratelli e 2 sorelle sono musicisti e anche lui suona ma quando prova a suonare con loro, gli dicono "go act!" perché "I am an actori, I don't qualify! I'm not good enough" e sorride in maniera bellissima.... ahhhhhhhhhhw...eeemm basta Silvia, non devi essere di parte! Dunque, ricomponiamoci. Dicevo... lui suona ,infatti lo abbiamo visto in "august rush" cantare e suonare anche in maniera ottima secondo me! Il mio film preferito con lui? credo match point. quello in cui è più bravo, credo the governess , considerando anche l'età. i tudors non l'ho mai visto.
bene, vi lascio con qualche sua fotina perché non ci capisco più nulla ://
p.s ma quanto ho riso quando ha detto "I remember this one girl, when I was 7 years old . she was the most beautiful thing in the world, she lived at the end of my street. You know, you always fall in love with the girl of the end of the street. alright she was cinderella, she was everything that I wanted her to be, and she started to date one of the local kids, who used to bull on me. It was a nightmare! could you imagine ? the bull is dating your princess! it was a nightmare!" ooh povera stella!e che ragazzina fortunata ^.^ la cosa ridicola è che lui lo sempre avuto sotto gli occhi, visto i suoi film, lo avevo anche su un giornaletto da ragazzina, ma non ci avevo mai fatto veramente caso! ero troppo presa dalla cotta per orlando bloom (che vi comunico che ha lasciato ancora i suoi strascichi, sebbene ho assunto la piena consapevolezza che come attore sia alquanto mediocre, fatta eccezione in parte per "elizabethtown" e "the good doctor", in quest'ultimo è davvero bravo!) per accorgermi di lui. meno male che mi sono ravveduta :) http://images1.fanpop.com/images/image_uploads/JrM-jonathan-rhys-meyers-1053536_1280_1920.jpg


2 dicembre 2012


tenere stretti fra le proprie braccia quei piccoli fagottini di carne è una gioia immensa, nonché un'ansia allucinante. avevo paura ogni secondo di far cadere la piccola Bea (Beatrice) che stringevo a me mentre lei ballava a suon di musica e sorrideva felice tenendosi il pollice fra i dentini. è bionda con gli occhi celesti, è proprio la beatrice di Dante! è così piccola e sorridente, una vera gioia. l'innocenza e la gioia dei bambini mi stupisce sempre.




permalink | inviato da sognoelfico il 2/12/2012 alle 19:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 dicembre 2012


"Era una ragazza semplice, di quelle che sognano dietro ai libri e alle poesie, e se la vita è carogna non importa, una ragione buona per sorridere la trovi comunque. Era un tipo così. Ed era carina, questo bisogna dirlo. Non del genere vistoso, quelle che ti giri a guardarle. Più semplice. Ma aveva qualcosa che ti accalappiava, niente da dire, ce l'aveva. Come una specie di limpidezza, di trasparenza. Era quel tipo di donna che quando ce l'hai tra le braccia, sai che lei è lì, proprio tra le tue braccia e da nessuna altra parte. Non so se avete presente. Ma è una cosa rara. E bellissima, nel suo genere."

(A. Baricco)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. alessandro baricco citazioni

permalink | inviato da sognoelfico il 1/12/2012 alle 18:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

1 dicembre 2012


sono in attesa spasmodica del "Lo Hobbit". e mi è inevitabile pensare alla trilogia del Signore degli Anelli e al periodo in cui mi ci ero appassionata. Le passioni languono ma non muoiono mai, son sempre lì come un fuoco che sembra spento ma soffiandoci sopra scopri una fiammella nascosta pronta a far divampare un nuovo fuoco. Forza Peter Jackson, I believe in you!Torna  afarmi sognare come, ormai mi sono resa conto, solo il cinema e i libri sanno fare. 


20 agosto 2012






permalink | inviato da sognoelfico il 20/8/2012 alle 16:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 agosto 2012


La crudele e insensata Burocrazia ha vinto sui sentimenti. Non potrò ottenere il trasferimento nella città in cui volevo e in cui c'è il mio amore. Non posso, perchè? Per la burocrazia! Eh, si sa, la burocrazia, norme leggi cavilli decreti la fanno da padrone nel pase degli avvocati qual è l'Italia! Se solo avessero aspettato settembre/ottobre per darmi la risposta, sarebe stato diverso. Così non è. Non ci credo, vorrei che fosse solo un brutto sogno, è una sensazione che non provavo da tanto tempo. Tutto quest'anno è stato un continuo sforzarsi, un continuo patimento, accompagnato dalla speranza, dal pensiero :impegnati che ti accetteranno il trasferimento! AHAH. Mi sento una folla in preda ad un'allucinazione onirica. Tutto inutile. Tutto dall'inizio. Di nuovo. 


22 maggio 2012


"A Silvia" è sempre stata la mia poesia preferita, forse sono un po' di parte perchè mi chiamo Silvia, ma solo un pochettino :)
Mi sono persa ad ascoltare una canzone dei Verdena, "trovami un modo semplice per uscirne". Quando vado in fissa con una canzone ne esco difficilmente =) domani sera sarò al concerto di Battiato e dopodomani de Coldplay (se tutto va bene)! Son proprio felice !=)




permalink | inviato da sognoelfico il 22/5/2012 alle 22:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

13 maggio 2012


Un buon pomeriggio di una domenica di maggio a tutti i miei piccoli sognatori! Avete presente la canzone "video killed the radio star" ? Beh, credo che "facebook killed the blog star" =) con tutte le pagine che ci sono su facebook, ormai in pochi leggono i blog...continuo a scrivere qui sopra per me stessa. E' un angolino che esiste dal 2005, mi ha vista crescere e mutare, ed è un bene che abbia annotato qui i miei pensieri in certi periodi della mia vita. Rileggendomi penso :"che depressa!che stupida!" ma lo sono tuttora :D 

Credo che se la storia di Peter Pan non esistesse, la scriverei io! Sono l'ultima speranza dell'isola che non c'è =) eterna bambina che non si rassegna a crescere. Tra pochi giorni parteciperò all'ospedale dei pupazzi, un'iniziativa in cui cureremo i pupazzetti dei bimbi per introdurli in maniera giocosa nel tema della malattia e dell'ospedale, credo che mi divertirò più io di loro! :)))) ci sono tante medicine giocattolo, come "passabua" e "eeec" =)
Spero sempre di recitare in uno spettacolo teatrale, un giorno. 
Vi consiglio una bellissima canzone, Hollow Years, Dream Theater .Mi ricorda tante belle cose.
Sono quasi  tre mesi che la mia nonna non c'è più. Non mi sembra ancora vero. La sogno spesso. Ho sognato l'altra notte che era viva, le dicevo "nonna sei la persona più buona che abbia mai conosciuto!Non sai cosa sia la cattiveria, sei il mio modello di vita e di purezza insieme alla mamma". Erano cose che avrei voluto dirle prima che se ne andasse, ma per vergogna non le ho dette. Anche perchè , nello stato di sofferenza nel quale si trovava non so se avrebbe capito. 
Avrei tanto voluto che lo sapesse. Eppure mi sembra ancora viva. Forse non ho reliazzato del tutto, forse è vero che dopo la morte il nostro spirito torna ad unirsi con l'Uno universale dal quale si è staccato per vivere.L'altro ieri passeggiavo sul lungomare con una mia amica e avevo visto da lontano una vecchietta arrancare sulla sabbia. Allora ho detto alla mia amica "è una bella cosa che il mare sia alla fine del corso principale, così anche gli anziani possono godere del mare. Entrambe le mie nonne non hanno visto il mare nella vecchiaia perchè non se la sentivano di spostarsi con la macchina" .La vecchietta mi aveva subito richiamato alla mente le mie due nonne, una non c'è più, e l'altra non me la godo in quelli che potrebbero essere gli ultimi anni della sua vita perchè sono all'università. Io e la mia amica ci siamo sedute e ad un tratto la vecchietta è venuta proprio dritta verso di noi, mi ha guardata e ha cominciato a parlarmi di cosa c'è dopo la morte e del mare. 
Sono rimasta molto impressionata. 
Come deve sembrare strano alla mia povera mamma non avere nessuno a cui dare gli auguri per la festa della mamma per la prima volta.
Quando e se mai sarò un medico, spero di incontrare molti anziani che mi raccontino le loro storie. Con mia nonna se n'è andato un pezzo di storia. Racconti del fascismo, delle guerre, degli amori puri e unici (nel senso che era uno per tutta la vita) che c'erano a quei tempi, se ne sono andati i racconti dell'autistadi nome Generoso che sbandò mentre accompagnava lei e le sue amiche ad una festa da ballo. Com'era bella mia nonna. Trovatemi un'altra donna che a 92 anni ha i capelli ancora tutti neri e la pelle quasi senza rughe, con gli occhi celesti ancora accesi.
Ciao nonna, ti voglio bene. 
Vi lascio con una frase di Seneca, il mio filosofo preferito.
Non est quod timeas ne operam perdideris, si tibi didicisti.

Non è il caso che tu creda di aver perso tempo e fatica, se hai imparato per te stesso


14 aprile 2011


Sono un'osservatrice. Amo osservare come le persone cambino nel tempo. Mi amareggia constatare che molte cambiano in peggio, o perlomeno quello che io reputo sia il peggio, cioè è una mia personalissima opinione. Così come per altri in realtà potrebbero essere cambiate in meglio. Tuttavia nemmeno io sono stata risparmiata dalla marea del cambiamento. Mi sento ...invecchiata. Ed ho solo 20 anni! E' come se non non fossi interessata alle cose cui sono interessati i miei coetanei, mi sento fuori dal mondo talvolta. Questa sensazione era acutissima in prima superiore, quando tutti erano interessati alla moda, ai gruppi che facevano una canzone epoi sparivano ecc ...e io, desiderosa di integrarmi, cambiai...ero una pecorella del gregge che obbediva ad un ipotetico pastore , il pastore si chiamava conformismo. Erano quasi strani tutti miei interessi...amavo leggere (leggevo libroni improbabili per una ragazzina) , scrivere, studiare, tradurre versioni di latino ero appassionata di cinema e mi sarebbe piaciuto recitare a teatro, imparare a suonare uno strumento musicale. Poi, puff, bibidibobidi bu , tutto sparito. Colpa dei ragazzi, che diventavano ormai un pensiero fisso? Colpa delle mode?Colpa delle frivolezze ? No, colpa mia. Mi sono resa comunque conto che da quando ho iniziato a pensare ai ragazzi ho perso me stessa. Perchè ogni volta volevo dare e ho dato il mio meglio a chi ho amato, ogni volta ho perso un pezzetto di me stessa... ho perso i pezzett buoni: i pezzetti della fiducia, dell'amore e del rispetto, strappatimi da chi non mi amava e da chi mi ha usato senza ritegno. Sono diventata sempre più disillusa, più cinica. Finchè questa volta credevo di aver trovato il ragazzo giusto. Non pensavo ancora all'uomo della mia vita, ma ritenevo che lui potesse essere un candidato valido. In fin dei conti, lui non è stato meglio degli altri. Ha preso tutto l'amore e i sacrifici che gli ho stupidamente concesso e se n'è lavato le mani, gettandomi via come un paio di scarpe vecchie. Ho dimenticato una cosa essenziale: l'amore per me stessa. Prima che per chiunque altro. Devo imparare ad amare me stessa, altrimenti in qualunque rapporto io mi farò calpestare. Mi dispiace, ma "il mondo è un pesce vorace" e dovrò rinunciare ad essere buona per il mio bene. Non so se ci riuscirò. L'importante è che ora io stia da sola. Sono terrorizzata dall'idea che un altro ragazzo possa risucchiarmi di nuovo energie vitali.




permalink | inviato da sognoelfico il 14/4/2011 alle 2:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 marzo 2011


Nella nostra vita non facciamo altro che tentare di supplire a delle mancanze. Cerchiamo di trovare un sostituto a qualcosa che c'era e non c'è più. Cerchiamo miseri surrogati di ciò che ci faceva stare bene.




permalink | inviato da sognoelfico il 27/3/2011 alle 15:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

27 marzo 2011


Il tempo è grigio. Questi palazzi sono grigi. L'asfalto è grigio. Il mio cuore anche. Mi fa bene scrivere, esternare me stessa in qualcosa che posso leggere, ognuno è lo psicologo di se stesso. Verba volant, scripta manent.




permalink | inviato da sognoelfico il 27/3/2011 alle 14:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

27 marzo 2011


...e sulle note di "Divenire" di Einaudi procedo ancora per inerzia...something MUST change... devo trovare il coraggio di fare delle scelte. Quando tutto è perduto, l'unica cosa che puoi trovare è te stesso. 




permalink | inviato da sognoelfico il 27/3/2011 alle 14:15 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 febbraio 2011


e procedo per inerzia, senza avere il coraggio di cambiare o prendere altre decisioni...pecco di accidia.




permalink | inviato da sognoelfico il 16/2/2011 alle 19:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 dicembre 2010


Amo gli occhi. Voglio dire, mi sarebbe piaciuto tanto avere capelli biondo oro..ma un colore di capelli è facilmente mistificabile, in un giorno dal parrucchiere puoi trasformarti. Ma gli occhi, non puoi camuffarli così facilmente. Certo ormai esistono le lenti colorate, ma è pur sempre palese che il colore sia artificiale. Sono contraria a qualsiasi cosa che possa alterare il nostro vero aspetto, anche il trucco per esempio... tuttavia non nego che mi piace usarlo, anche se non tutti i giorni. Mascherare le vere sfumature dei nostri occhi è un crimine. Aborrire con un semplice gesto il lavoro di svariati geni... Ci sono degli occhi in cui ti perderesti, un mare in cui affogheresti...quanto astio o quanto amore si possono comunicare semplicemente guardando qualcuno negli occhi. Venero gli animali per questo. Tante volte avrei voluto che il mio gatto mi parlasse, sarebbe stata una gioia enorme. Poi lo guardavo negli occhi e me ne pentivo subito. La sua innocenza forse era data dal non poter parlare. Così tante incomprensioni nascono fra noi uomini a causa delle parole,così tanti pregiudizi e maldicenze.per questo motivo ci ripensavo, lo fissavo dritto nei suoi occhi verdi di gatto, verdi come miei , e capivo tutto ciò che c'era da capire, i nostri verdi si mescolavano e danzavano come esseri indefiniti dalle mani giunte. Gli occhi hanno più potere comunicativo di qualsiasi altra cosa ci appartenga. Specchiatevi sempre negli occhi dell'altro e vedrete voi stessi riflessi, saranno come un pozzo in cui cadrete . Non cadrete nel vuoto, cadrete nell'altro e lo visiterete da cima a fondo, ne capirete l'anima.




permalink | inviato da sognoelfico il 16/12/2010 alle 14:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

14 dicembre 2010


Com'è possibile che gli opposti si riuniscano in me?Come posso amare una cosa e allo stesso tempo il suo opposto?Inoltre, come può essere che io ami e odi una stessa entità?Io, neocatulliana, mi pongo questo quesito.




permalink | inviato da sognoelfico il 14/12/2010 alle 15:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

5 luglio 2009


Chi non muore si rivede...e io sono ancora viva. Forte non so, ma viva si...sento di essere maturata troppo in fretta, di non aver fatto le cazzate che si dovrebbero fare da adolescenti. Insomma, per una mia scelta sono la "classica" brava ragazza che studia, ha dei valori, non beve fuma eccetera. Però..vorrei ubriacarmi una volta ,solo per il gusto di farlo, per vedere cosa succede. E' una cosa imbecille lo so. Però ognitanto le idiozie, le quisquiglie, aiutano un sacco!
L'altro giorno sono andata nello studio di una pittrice che tiene corsi di pittura. Mi sarebbe piaciuto dipingere. Ma devo combattere contro il nemico più potente di tutti : l' INCOSTANZA! Mi impedisce di fare qualsiasi cosa. E rimango qui a crogiolarmi nella mia frustrazione di non riuscire a fare quello che voglio, e il tempo sembra beffarmi e passa sempre più velocemente...tra poco dovrò fare una scelta importante. Il mio futuro è così impellente, ho paura di scegliere.
Vi presento Silvia, perenne abitante dell' Isola che non c'è ed aspirante Peter Pan ....




permalink | inviato da sognoelfico il 5/7/2009 alle 1:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

23 gennaio 2008


Artista: Plain White T's
Titolo: Hey There Delilah

Traduzione di Hey There Delilah


Hey there Delilah
What's it like in New York City?
I'm a thousand miles away
But girl, tonight you look so pretty
Yes you do
Times Square can't shine as bright as you
I swear it's true

Hey there Delilah
Don't you worry about the distance
I'm right there if you get lonely
Give this song another listen
Close your eyes
Listen to my voice, it's my disguise
I'm by your side

Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
What you do to me

Hey there Delilah
I know times are getting hard
But just believe me, girl
Someday I'll pay the bills with this guitar
We'll have it good
We'll have the life we knew we would
My word is good

Hey there Delilah
I've got so much left to say
If every simple song I wrote to you
Would take your breath away
I'd write it all
Even more in love with me you'd fall
We'd have it all

Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me

A thousand miles seems pretty far
But they've got planes and trains and cars
I'd walk to you if I had no other way
Our friends would all make fun of us
and we'll just laugh along because we know
That none of them have felt this way
Delilah I can promise you
That by the time we get through
The world will never ever be the same
And you're to blame

Hey there Delilah
You be good and don't you miss me
Two more years and you'll be done with school
And I'll be making history like I do
You'll know it's all because of you
We can do whatever we want to
Hey there Delilah here's to you
This ones for you

Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
Oh it's what you do to me
What you do to me

Amo questa canzone..sto acnhe tentando di suonarla con la chitarra..ma mica facile perchè ce ne sono tante versioni..ne cerco una senza barrè..speriamo!!




permalink | inviato da sognoelfico il 23/1/2008 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

23 gennaio 2008


Beh,sono passata dall'essere una persona che non aveva nemmeno la minima parvenza di gelosia ad una gelosa cronica. Attenzione, non parlo della gelosia verso i confronti di una compagna di scuola,perché quella passa sotto il nome di invidia e si credo che si manifesti prevalentemente quando si è più piccoli.
Insomma...gelosa.Gelosa di un ragazzo che nemmeno conosco ma che vedo ogni giorno a scuola..mai visto prima d'ora,ma ecco che quest'anno si trova nella classe affianco alla mia. Quindi sono giunta a non soffrire la ragazza che scherza sempre con lui. GELOSA di qualcuno che non conosco!Mi piace qualcuno che non conosco!Mi vergogno anche a dirlo..cioè ste cose non mi succedevano quando ero piccola e mi succedono ora!!Ma come cavolo si fa??????
E poi...il ragazzo che mi piace (questo per fortuna lo conosco XD) ama alla follia un'attrice e sono gelosa di quell'attrice.Di un' attrice. E' assurdoooooooooooooooooooo!!!!! Credo di non star bene. MAI provati questi sentimenti in vita mia e li provo ORA?????Che la mia sia una crscita regressiva????? O_________o
Gelosie derivate da illusioni. Perchè idealizzo su tutto? Non capisco. E' come se avessi bisogno di crearmi una gabbia d'oro in cui vivere. E quel che è peggio è che non voglio mai smascherare me stessa,ammettendo che le mie sono illusioni,persevero nel dire "niente è impossibile". Ciò è vero,ma non ho la volontà nè le "palle" per provare.
Che dire...c'è da prendermi a schiaffi.




permalink | inviato da sognoelfico il 23/1/2008 alle 16:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

2 dicembre 2007


Si,non ci credo nemmeno io di lasciare altri miei frammenti virtuali in questo luogo.
In questo posto solo apparente che mi ha vista crescere e mutare, anche se non sono sicura che sia stato in meglio. Mi rifugiavo qui ogni giorno, era come la stanzetta in cui mi chiudevo da bambina per giocare con le bambole. Quanti miei sogni ha visto questo posto qui. Le delusioni, quelle non voglio raccontarle. Sarà di nuovo il mio posto incantato, il mio posto dolcissimo dove nessuno potrà trovarmi. Se sapessero che sono io a scrivere qui, non direi niente di me. Non per niente Oscar Wilde diceva "Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e sarà sincero".
La mia maschera è un sogno,un sogno elfico.
I'm back. Non so per quanto, ma l'importante è che io ora ci sia.




permalink | inviato da sognoelfico il 2/12/2007 alle 14:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

9 luglio 2006


"..ora mi sembra di essere presa dalla marea e spinta in mare aperto.."
"il mare porta in molti posti,tesoro..forse troverai una riva migliore."

La Sposa Cadavere




permalink | inviato da il 9/7/2006 alle 15:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

25 giugno 2006


Accidenti...25 giugno 2006...mai un anno è passato così in fretta...oggi parto per Triste...e,udite udite,tra meno di un mese VADO A LONDRA!!!!!A Londra,capite???Cosa potrei volere di più?Eppure sento che la mia soddisfazione non è completa...ma forse lo sarà se troverò le persone che qui non trovo...
Beh..che dire...la mia pagella??La volete sapere??Ehehhehehehe...Allora:

MATEMATICA:8
ITALIANO:8
STORIA:8
LATINO:8
GEOGRAFIA:9
INGLESE:9
RELIGIONE(però non rientra nel conteggio):8
DISEGNO TECNICO:8
CONDOTTA:8
EDUCAZIONE FISICA:9


Però..non so..se avessi studiato seriamente avrei avuto molto di più...specie in inglese..ma va bene figuriamoci!:)))
Che depressione in questi giorni..forse dovrei vedere un pò il mare...




permalink | inviato da il 25/6/2006 alle 16:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

13 aprile 2006


CAZZOOOOOOOO!Ops..scusate...non ci posso credere...
Quello che consideravo uno dei miei migliori amici...si vuole mettere con me...noooooooooooooooooooooooooooo....
Non posso credere alle cose che mi ha detto..che sono "donna" e che il fisico "da bomba".
Sono profondamente delusa. E questa cosa non dà neanche un briciolo di soddisfazione.Dannazione,era mio amico!Gli raccontavo parecchie cose...
Io non posso credere più a niente. Ogni volta che do per sontato qualcosa,che credo che sia naturale che sia così..patatrac!
Bene allora sarà meglio che non dia più niente per scontato. E ora C mi ha detto che ha una confessione da farmi..già so di cosa si tratta..perchè non capisce che non lo voglio?Non lo vogliooooo!!Uff....




permalink | inviato da il 13/4/2006 alle 18:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa

8 aprile 2006


Perchè ad ogni frase che leggo mi viene d'annuire e dire "è terribilmente vero",ma non farò mai una sola parola di quello che c'è scritto?Io odio il mio orgoglio.

Se sei arrabbiato con qualcuno e nessuno dei due fa nulla per sistemare le cose, fallo tu.
Può darsi che oggi questa persona voglia ancora essere tua amica e se non fai qualcosa, forse domani potrebbe essere troppo tardi...

Se sei innamorato di qualcuno, però questa persona non lo sa, diglielo.
Magari oggi anche questa persona è innamorata di te e se non glielo dici oggi, può darsi che domani sia troppo tardi.

Se muori dalla voglia di dare un bacio a qualcuno, daglielo.
Forse anche questa persona vorrebbe avere un tuo bacio e se non glielo dai oggi, può darsi che domani sia troppo tardi.

Se ami ancora una persona che credi ti abbia dimenticato, diglielo.
Forse questa persona ha sempre continuato ad amarti e se non glielo dici oggi, forse domani sarà troppo tardi.

Se hai bisogno dell'abbraccio di un amico, chiediglielo.
Magari lui ne ha bisogno ancora più di te e se non glielo chiedi oggi, forse domani sarà troppo tardi.

Se hai degli amici che apprezzi veramente, diglielo.
Forse anche loro ti apprezzano e se lasci che se ne vadano, o che si allontanino da te, forse domani sarà troppo tardi.

Se vuoi bene ai tuoi e non hai mai avuto l'opportunità di dimostrarglielo, fallo.
Oggi sono lì con te e puoi ancora dimostrarglielo, ma se se ne andassero, domani potrebbe essere troppo tardi...





permalink | inviato da il 8/4/2006 alle 17:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

6 aprile 2006


Mio Dioooooooooooooooooooooo oggi ho avuto la soddisfazione più grande della mia vitaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!Andiamo con ordine...l'anno scorso partecipai ad un concorso di scrittura su una rivista...la rivista era "Topolino".. beh,niente di impegnativo o spettacolare,capite!
Il concorso consisteva nell'inventare un finale diverso di un libro...non racconto tuti i dettagli..
Beh,è passato esattamente un anno. L'altro giorno proprio stavo pensando al concorso,mentre mi era capitato per caso sottomano il mio raccontino...
Ero un pò delusa. "Peccato che non sia piaciuto" pensavo. Visto che non mi sembrava proprio da buttare...
E invece oggi mi arriva a caso un pacchetto da Milano.Mia madre era convinta che avessi comprato qualcosa da internet,io pensavo fosse qualche agenda...apro la lettera...cavolo ho vintoooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Non c'era un vincitore unico del concorso,però sono tra quelli che hanno vinto...
Che soddisfazione,accidenti...anche se è solo "topolino" è pur sempre una soddisfazione...bisogna rischiare nella vita.
In più nel pacchetto c'era anche la pellicola con le bolle...adoro scoppiarle!
E oggi sono anche riuscita a leggere una domanda nell'assemblea d'istituto...anche se stavo morendo.. :)))))))))
Ieri invece sono salita sul palco con Linda,la cantante...a ballare e a fare frustacce!
Beh,direi proprio che ne ho fatti di progressi da quando facevo di tutto per nascondermi...come sono felice...
E adesso potrei tentare anche qualcosa di più.




permalink | inviato da il 6/4/2006 alle 14:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

26 marzo 2006


Mentre ascoltavo la versione live di "Join me",e mi lasciavo cullare nelle sensazioni incredibili che solo gli HIM sanno darmi,ho aperto una foto di Giò ottenuta in un modo strano che non sto a raccontarvi...senza che nemmeno la volessi in quel periodo...
Comunque,dicevo,fissavo questa foto e ho pensato se ne è valsa(dovrei parlare al presente a dirla tutta..) la pena stare così male per lui...da un pò mi sembra che i miei gusti stiano cambiando,addirittura sui canoni di bellezza maschile che ho SEMPRE avuto,e cioè il famigerato ragazzo biondo,occhi azzurri,alto...con un pò di muscoli anche.
Improvvisamente mi sento una "truzzona" a volere un ragazzo così. Ora vorrei tanto un ragazzo che ami il metal,il rock e non l'house o la techno(orrore degli orrori...come si fa a sentire una canzone senza parole con un ritornello musicale che praticamente costituisce tutta la song????) come lui,che sappia suonare la chitarra o qualche strumento musicale e,udite udite,con gli occhi verdi e i capelli neri. Forse un pò mingherlino anche,ma sicuramente alto.
Beh...Giò mi sembra un pò "insipido" negli ultimi tempi. Ergo,non mi trasmette più niente quando lo guardo. Fine di una cotta colossale?Periodo passeggero,superato il quale svalvolerò per lui più di prima??
Di certo è un "ritorno alle origini". Agli albori,in pratica.
Mi voglio innamorare. Per far cominciare nuovamente un circolo vizioso:cotta e poi voglia assoluta di farmi passare l'innamoramento...dopodichè..ta-dah!! la nostra "donnessa"(cioè io) torna di nuovo alla ricerca di un "hommesso".
Finirà mai questa storia?????




permalink | inviato da il 26/3/2006 alle 14:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

24 marzo 2006


Muahauahaua XD





permalink | inviato da il 24/3/2006 alle 17:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

23 marzo 2006


                                                                                                                                                                                            22.01.06
Non sono mai stata gelosa di un ragazzo.Seriamente.Vedere parlare un ragazzo che mi piace con una ragazza non mi ha mai toccata,sconvolta,fatta imbestialire.
Sono sempre stata soddisfatta di non essere gelosa.
Certo,qualche volta mi è capitato,ma avevo 12 anni. E non era gelosia "ossessionante",quella che ti fa contrarre il torace in una morsa dolorosissima.Non sapevo neanche che fosse proprio questa trazione,questo "restringimento" del cuore,una reazione alla gelosia.
Oppure ricordo solo frammenti di passato,quando mio fratello si faceva coccolare da mia madra o quando qualche mia cara amica stringeva un'amicizia profonda con un'altra bambina. Tutti episodi vecchi di anni.Probabilmente sono così orgogliosa che essere gelosa sarebbe come ammettere qualcosa di terribile...
In breve,non conoscevo la gelosia.Solo quella che si manifestava in forme quasi impercettibili o lievi.
Fino a ieri sera.
Cazzo.
Ventuno gennaio 2006.Otto giorni prima del mio compleanno.Stavo con Simone.Io ero terribilmente scazzata.
Già ero stufa di lui dopo tre giorni che stavamo insieme,ora che ne erano passati 18,di giorni,figurarsi.Tornavamo dal centro storico.Eravamo stati in un pub.
Avevo assaggiato una cosa alcolica schifosissima,ghiacciata,che mi aveva resa ancora più incazzata.
Desiderare di essere ovunque tranne che con il proprio ragazzo non mi sembra che sia un buon segno. Ho incontrato Fran e il mio ex gruppo.Quella comitiva con cui stavo bene(tranne certi momenti)e a cui avevo dovuto rinunciare per uscire con Simone.Mentre li salutavo,alzo all'improvviso lo sguardo. I miei occhi,neanche fossero tirati da un filo invisibile,si poggiano su un ragazzo alto,giubbino bianco.E' con una ragazza bassa,biondina,con il naso stortissimo e con la minigonna,che lo tiene sotto braccio.
Lui ha un'espressione davvero scazzata (o forse volevo che fosse scazzata??)
Mi sa che ho aperto la bocca dallo stupore."Pilla...". Esclamazione silenziosa senza senso che ho inventato io e non so da dove mi sia uscita.
"Ma sarà la cugina?"
Io e Simone camminiamo,eravamo solo quattro in quella parte di villa.Mi squilla il cellulare. Anche a Giògiò(lo chiamo così).Eh si,perchè era lui il ragazzo.Era "Mirmo".
Due cellulari che suonano contemporaneamente,io con il ragazzo,lui con una ragazza.
Mia madre.Sua madre.Incredibile...nello stesso momento..mi siedo ad una panchina di fronte.
"Proprio qua ci dobbiamo sedere?"
Ha ragione Simone.Meglio andarsene da lì.Ma non troppo lontano. Mi piazzo in una posizione da cui è ancora possibile spiarlo.Perchè,lo sanno tutti,adoro l'autolesionismo.
Cazzo ma che fanno così vicini?Le parla all'orecchio?No...l'ho saputo fin dal primo momento che quella non era la cugina,che non le stava parlando all'orecchio...la stava baciando.
La sua bocca. Amavo chiamarla "vergine",perchè l'avevo baciata solo io.
Un dolore batte nel petto,all'unisono con il cuore,batte alle sue porte,vuole entrare,prepotente. La serratura è forte,non cederà.
Ma il dolore è tenace,non si arrenderà fino a quando non mi avrà annientata,si infila negli spiragli,nelle fessure e penetra nel cuore.Non è abbastanza forte da abbattermi.
Quando un dolore ci affligge,è consuetudine della mente cercare una qualche ragione per respingerlo,o abbandonarsi ad esso. Ho scelto la prima.
La mia testa ragaionava in questo modo. Sono felice. Sono una ragazza carina. Ho gli amici,non ho problemi a scuola.Ho una bella famiglia.
Sono Silvia. In tutte le mie sfumature. E un'altra come me non la troverà mai,per il semplice motivo che al mondo c'è una sola persona per ognuno di noi.Diffidare delle imitazioni.
Che strano,era da un pò che nei miei pensieri faceva capolino un ragionamento "e se Giò si mettesse con qualcuna,come io ho fatto con Simo,cosa farei?Morirei sicuro.."
Era quella la mia conclusione.Beh,sono ancora qui.E con una forza d'animo,una tale determinazione che non credevo di possedee.




permalink | inviato da il 23/3/2006 alle 12:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

23 marzo 2006


Questo è il passo che amo di più del "Piccolo Principe". Mi fa venire le lacrime agli occhi ogni volta che lo leggo.

"In quel momento apparve la volpe.
<< Buon giorno >>, disse la volpe.
<< Buon giorno >>, rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno.
<< Sono qui >>, disse la voce, << sotto al melo...>>
<< Chi sei? >> domandò il piccolo principe, << sei molto carino...>>
<< Sono una volpe >>, disse la volpe.
<< Vieni a giocare con me >>, le propose il piccolo principe, << sono così triste...>>
<< Non posso giocare con te >> disse la volpe, << non sono addomesticata >>.
<< Ah! scusa >>, fece il piccolo principe.
Ma dopo un momento di riflessione soggiunse:
<< che cosa vuol dire "addomesticare"? >>
<< Non sei di queste parti tu >>, disse la volpe, << che cosa cerchi ? >>
<< Cerco gli uomini >>, disse il piccolo principe.
<<Che cosa vuol dire "addomesticare"? >>
<< Gli uomini >>, disse la volpe, << hanno dei fucili e cacciano. è molto noioso! Allevano anche delle galline. è il loro solo interesse.Tu cerchi delle galline? >>
<< No >>, disse il piccolo principe. << Cerco degli amici. Che cosa vuol dire "addomesticare" ? >>
<< è una cosa da molto dimenticata. vuol dire "creare dei legami"...>>
<< Creare dei legami? >>
<< Certo >>, disse la volpe. << Tu, fino ad ora, per me, non sei che un ragazzino uguale a centomila ragazzini. E non ho bisogno di te. E neppure tu hai bisogno di me. Io non sono per te che una volpe uguale a centomila volpi. Ma se tu mi addomestichi, noi avremo bisogno l'uno dell'altro. Tu sarai per me unico al mondo, e io sarò per te unica al mondo >>.
<< Comincio a capire >>, disse il piccolo principe. << C'è un fiore...credo che mi abbia addomesticato...>>
<< È possibile >>, disse la volpe. >> Capita di tutto sulla Terra... >>
<< Oh! non è sulla Terra >>, disse il piccolo principe.
La volpe sembrò perplessa:
<< Su un altro pianeta ? >>
<< Si >>.
<< Ci sono dei cacciatori su questo pianeta ? >>
<< No >>.
<< Questo mi interessa! E delle galline ? >>
<< No >>.
<< Non c'è niente di perfetto >>, sospirò la volpe.
Ma la volpe ritornò alla sua idea:
<< La mia vita è monotona. Io dò la caccia alle galline e gli uomini danno la caccia a me. Tutte le galline si assomigliano, e tutti gli uomini si assomigliano. Ed io mi annoio perciò. ma se tu mi addomestichi, la mia vita sarà come illuminata. Conoscerò un rumore di passi che sarà diverso da tutti gli altri. Gli altri passi mi fanno nascondere sotto terra. Il tuo, mi farà uscire dalla tana, come una musica. E poi, guarda! Vedi laggiù in fondo, i campi di grano ? Io non mangio il pane e il grano, per me è inutile. I campi di grano non mi ricordano nulla. E questo è triste! Ma tu hai dei capelli color dell'oro. Allora sarà meraviglioso quando mi avrai addomesticato. Il grano, che è dorato, mi farà pensare a te. E amerò il rumore del vento nel grano....>>
La volpe tacque e guardò a lungo il piccolo principe:
<< per favore... addomesticami >>, disse.
<< Volentieri >>, rispose il piccolo principe, << ma non ho molto tempo, però. ho da scoprire degli amici, e da conoscere molte cose >>.
<< Non si conoscono che le cose che si addomesticano >>, disse la volpe. << Gli uomini non hanno più il tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercanti le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercanti di amici, gli uomini non hanno più amici. Se tu vuoi un amico addomesticami! >>
<< Che cosa bisogna fare? >> domandò il piccolo principe.
<< Bisogna essere molto pazienti >>, rispose la volpe. << In principio tu ti siederai un pò lontano da me, così, nell'erba. Io ti guarderò con la coda dell'occhio e tu non dirai nulla. Le parole sono una fonte di malintesi. Ma ogni giorno tu potrai sederti un pò più vicino... >>

Il piccolo principe ritornò l'indomani.
<< Sarebbe stato meglio ritornare alla stessa ora >>, disse la volpe. << Se tu vieni, per esempio, tutti i pomeriggi alle quattro, dalle tre io comincerò ad essere felice. Col passare dell'ora aumenterà la mia felicità. Quando saranno le quattro, incomincerò ad agitarmi e ad inquietarmi; scoprirò il prezzo della felicità! Ma se tu vieni non si sà quando, io non saprò mai a che ora prepararmi il cuore... Ci vogliono i riti >>.
<< Che cos'è un rito ? >> disse il piccolo principe.
< < Anche questa è una cosa da tempo dimenticata >>, disse la volpe. << è quello che fà un giorno diverso dagli altri giorni, un'ora diversa dalle altre ore. C'è un rito, per esempio, presso i miei cacciatori. Il giovedì ballano con le ragazze del villaggio. Allora il giovedì è un giorno meraviglioso! Io mi spingo sino alla vigna. Se i cacciatori ballassero in un giorno qualsiasi, i giorni si assomiglierebbero tutti, e non avrei mai vacanza >>.
Così il piccolo principe addomesticò la volpe.
E quando l'ora della partenza fu vicina:
<< Ah! >> disse la volpe, << ... piangerò >
>.
<< La colpa è tua >>, disse il piccolo principe, << io, non ti volevo far del male, ma tu hai voluto che ti addomesticassi... >>
<< È vero >>, disse la volpe.
<< Ma piangerai! >> disse il piccolo principe.
<< è certo >> disse la volpe.
<< ma allora che ci guadagni? >>

<< Ci guadagno >>, disse la volpe, << il colore del grano >>.
Poi soggiunse:
<< Và a rivedere le rose. capirai che la tua è unica al mondo.
<< Quando ritornerai a dirmi addio, ti regalerò un segreto >>.
Il piccolo principe se ne andò a rivedere le rose.
<< Voi non siete per niente simili alla mia rosa, voi non siete ancora niente >>, disse. << Nessuno vi ha addomesticato, e voi non avete addomesticato nessuno. Voi siete come era la mia volpe. Non era che una volpe uguale a centomila altre. ma ne ho fatto il mio amico ed ora è per me unica al mondo >>.
E le rose erano a disagio.
<< Voi siete belle, ma siete vuote >>, disse ancora. << Non si può morire per voi. certamente, un qualsiasi passante crederebbe che la mia rosa vi rassomigli, ma lei, lei sola, è più importante di tutte voi, Perché è che ho innaffiata. Perché è lei che ho messa sotto la campana di vetro. Perché è lei che ho riparata col paravento. Perché su di lei ho uccisi i bruchi (salvo i due o tre per le farfalle).
Perché è lei che ho ascoltato lamentarsi o vantarsi, o anche qualche volta tacere.
Perché è la mia rosa
>>.
E ritornò dalla volpe.
<< Addio >>, disse.
<< Addio >>, disse la volpe. <<Ecco il mio segreto. È molto semplice: non si vede bene che col cuore.
L'essenziale è invisibile agli occhi
>>.
<< L'essenziale è invisibile agli occhi >>, ripeté il piccolo principe, per ricordarselo.
<< È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante >>.
<< È il tempo che ho perduto pe rla mia rosa.. >> sussurrò il piccolo principe per ricordarselo.
<< Gli uomini hanno dimenticato questa verità.
Ma tu non la devi dimenticare. Tu diventi responsabile per sempre di quello che hai addomesticato.
Tu sei responsabile della tua rosa... >>
<< Io sono responsabile della mia rosa..>> ripetè il piccolo principe per ricordarselo."

(da: "Il Piccolo Principe" di Antoine de Saint-Exupéry - "IL Piccolo Principe incontra la volpe")





permalink | inviato da il 23/3/2006 alle 11:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

Rohana's World- My Site!!!!!!
Celtic World
PIGGIES CAFE' FORUM
Lo Stupendo Pensiero_inverso!!!
Lilibeth The Big Rocker!!
A Brave New Girl *
Quiz-Test (ovvero, test pazzi!!)
Il Bosco Incantato
Elena Fanfiction
Wicked Games
Ginevra2000
Enchanted Art
Aislinn
Luc
Princess Eilyn
ElfWood
Molla31
Orlando Bloom Forum
Thc
Calcola il tuo giorno di morte...


me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     dicembre